Novità & Aggiornamenti

Responsabilità civile dell’avvocato in caso di mancata impugnazione

Con la sentenza Cass. civ. Sez. II, 27/05/2009, n. 12354 si affronta il tema della responsabilità civile dell’avvocato per i danni cagionati ai clienti nello svolgimento dell’attività professionale e dei relativi presupposti per farsi luogo a risarcimento:
“In tema di responsabilità civile del professionista, il cliente è tenuto a provare non solo di aver sofferto un danno, ma anche che questo è stato causato dall’insufficiente o inadeguata attività del professionista; pertanto – poiché l’art. 1223 cod. civ. postula la dimostrazione dell’esistenza concreta di una danno, consistente in una diminuzione patrimoniale – la responsabilità dell’avvocato per la mancata comunicazione al cliente dell’avvenuto deposito di una pronuncia sfavorevole – con conseguente preclusione della possibilità di proporre impugnazione – può essere affermata solo se il cliente dimostri che l’impugnazione, ove proposta, avrebbe avuto concrete possibilità di essere accolta“.
Ed inoltre: “In tema di responsabilità professionale, in caso di mancata impugnazione di sentenza da parte dell’avvocato, il cliente è tenuto a provare i riflessi pregiudizievoli subiti, dimostrando che l’esperimento dell’azione giudiziaria omessa avrebbe consentito, con buona probabilità, la riforma della pronuncia o comunque un esito a lui più favorevole della controversia“.

Leave a Comment

*