Novità & Aggiornamenti

24 febbraio 2016

L’impugnazione delle delibere dell’assemblea condominiale

In questi giorni dell’anno in cui sono frequenti le riunioni delle assemblee condominiali spesso sorgono dubbi e contestazioni in merito a quanto da approvarsi ed in merito all’operato degli amministratori condominiali.

Innanzi tutto è necessario che l’assemblea sia preceduta dall’avviso di convocazione, che deve essere comunicato con almeno 5 giorni d’anticipo. Questo deve contenere oltre le date previste per le assemblee, anche il preciso ordine del giorno di cui si andrà a discutere.

In assemblea l’amministratore dovrà verificare tanto la presenza del numero legale, quanto il raggiungimento del quorum per le singole votazioni: la percentuale di voti favorevoli è prevista dalla legge con riferimento alle diverse questioni oggetto di voto.

Ai sensi dell’art. 1137 co. 1 c.c. “le deliberazioni prese dall’assemblea a norma degli articoli precedenti sono obbligatorie per tutti i condomini”. Ciò significa che tutti condomini, compresi assenti e dissenzienti, sono obbligati al rispetto di quanto deciso dalla maggioranza.

Ma cosa succede se la deliberazione condominiale si pone in contrasto con la legge o con il regolamento condominiale ?

I Condomini assenti, dissenzienti o astenuti in assemblea possono impugnare la delibera ai sensi dell’art. 1137 co. 2-3 c.c. secondo cui:

Contro le deliberazioni contrarie alla legge o al regolamento di condominio ogni condomino assente, dissenziente o astenuto può adire l’autorità giudiziaria chiedendone l’annullamento nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti”.

Si ricorda che l’azione di annullamento non sospende l’esecuzione della deliberazione, ma tale sospensione può essere ordinata dall’autorità giudiziaria in corso di causa.

Attenzione quindi a controllare l’operato degli amministratori ed in particolare a verificare la correttezza di quanto riportato nei rendiconti di gestione, ricordando in termine di 30 giorni per l’impugnazione.

jusdemadmin

About jusdemadmin

  •  
  • Facebook
  • Google+

1 Comment

Leave a Comment

*