Novità & Aggiornamenti

17 febbraio 2016

Lavoro subordinato e immediatezza della contestazione disciplinare

La Corte di Cassazione, con la recente sentenza Sez. lav., 12 ottobre 2015, n. 20440, è tornata ad occuparsi delle modalità con cui il datore di lavoro può esercitare il suo potere disciplinare.

Secondo la Cassazione, nell’ambito del rapporto di lavoro subordinato, il principio di immediatezza della contestazione disciplinare serve, tra l’altro, a rendere non impossibile o eccessivamente difficile, la difesa dell’incolpato ed è espressione dell’art. 1375 c.c., che prescrive la buona fede nell’esecuzione del contratto.

La legge non prevede alcun termine di decadenza ed il requisito dell’immediatezza deve essere inteso con elasticità, in relazione alla natura dell’illecito contestato ed agli strumenti adoperati dal datore di lavoro per conoscerlo.

jusdemadmin

About jusdemadmin

  •  
  • Facebook
  • Google+

Leave a Comment

*