Novità & Aggiornamenti

La nullità della relazione del CTU resta sanata se non contestata alla prima occasione utile

Come noto in sede di esecuzione immobiliare il Consulente tecnico incaricato della redazione della Perizia ha l’obbligo di comunicare alle parti la data di inizio delle operazioni peritali, anche allo scopo di garantire il contraddittorio nella formazione della stessa perizia.

La Cassazione con la recente sentenza 17032/2016 è tornata ad affermare il principio secondo cui la nullità che consegue alla mancata comunicazione dell’avvio delle operazioni peritali, resta sanata se non contestata nella prima occasione utile.

La nullita’ della consulenza tecnica d’ufficio, derivante dalla mancata comunicazione alle parti della data di inizio delle operazioni peritali o attinente alla loro partecipazione alla prosecuzione delle operazioni stesse, avendo carattere relativo, resta sanata se non eccepita nella prima istanza o difesa successiva al deposito, per tale intendendosi anche l’udienza di mero rinvio della causa, sia pure sul dichiarato presupposto della pendenza tra le parti di trattative di bonario componimento, poiche’ la denuncia di detto inadempimento formale non richiede l’effettiva conoscenza del contenuto dell’elaborato del consulente (Cass. Sez. 2, Sentenza n. 1744 del 24/01/2013; Cass. Sez. 2, Sentenza n. 22843 del 25/10/2006)

Leave a Comment

*