Novità & Aggiornamenti

I provvedimenti del Tribunale dei Minorenni: giudice competente e impugnabilità

Con la recente sentenza delle Sezioni Unite n 5418/2016, si è cercato di chiarire quale sia il giudice competente a conoscere in merito ai cosiddetti provvedimenti “de potastate” ovvero quelli che limitano o escludono la potestà genitoriale, provvedimenti normalmente emessi dai Tribunali per i minori.

(Cass. civ. Sez. Unite, 18/03/2016, n. 5418)

In tema di giurisdizione sui provvedimenti “de potestate”, al fine di stabilire la competenza
giurisdizionale di uno Stato membro, occorre dare rilievo unicamente al criterio della residenza abituale
del minore al momento della proposizione della domanda, intendendo per tale il luogo del concreto e
continuativo svolgimento della vita personale e non quello risultante da un calcolo puramente
aritmetico del vissuto“.

La questione, si ricorda, era stata da poco affrontata dalla stessa Cassazione con riferimento all’impugnabilità dei provvedimenti: la Cassazione civile, sezione prima, con la sentenza 7/5/2015, n. 9203, aveva chiarito la non impugnabilità per Cassazione del provvedimento “de potestate” in quanto questi hanno “efficacia non stabile ma temporanea” e sono dunque revocabili in ogni momento, su proposta motivata dell’interessato.

Leave a Comment

*