Novità & Aggiornamenti

Danno da investimento rischioso? Se manca l’informativa c’è diritto al risarcimento

La Cassazione ha recentemente affermato il principio secondo cui non è configurabile un obbligo del cliente di informarsi autonomamente sul grado di rischio di un investimento, e quindi se l’intermediario non ha adempiuto ai propri obblighi informativi, non si può parlare di concorso di colpa del cliente nella causazione del danno.
In questo senso Cass. civ. Sez. I, 27/04/2016, n. 8394 secondo cui: “Nella prestazione del servizio di negoziazione di titoli, qualora l’intermediario abbia dato corso all’acquisto di titoli ad alto rischio senza adempiere ai propri obblighi informativi, ed il cliente non rientri in alcuna delle categorie di investitore qualificato o professionale previste dalla normativa di settore, non è configurabile alcun concorso di colpa di quest’ultimo, nella produzione del danno, per non essersi informato “aliunde” della rischiosità dell’acquisto, atteso che lo speciale rapporto di intermediazione implica necessariamente un grado di affidamento nella professionalità dell’intermediario e, dunque, nell’adeguatezza delle informazioni da lui fornite che sarebbe contraddittorio bilanciare con l’onere dello stesso cliente di assumere direttamente informazioni da altra fonte“.
Se hai subito un danno per via dell’investimento suggerito dalla tua banca o dal tuo intermediario finanziario, affidati ad avvocati con competenze specialistiche.

Leave a Comment

*