Novità & Aggiornamenti

26 dicembre 2015

L’azione revocatoria degli atti pregiudizievoli ai creditori

Che cos’è l’azione revocatoria di cui all’art. 2901 c.c. ?

E’ l’azione giudiziale (che si introduce con citazione o ricorso ex art. 702 bis c.p.c.) con la quale il creditore domanda che siano dichiarati inefficaci nei suoi confronti gli atti di disposizione del patrimonio posti in essere dal debitore, in pregiudizio delle ragioni di credito.

Esempio: il debitore ha delle difficoltà con la sua impresa e decide di donare la casa ad altri.

Al fine di farsi luogo all’azione revocatoria è necessaria la presenza di alcuni presupposti:

Il debitore deve conoscere il pregiudizio che l’atto provoca al creditore:

(a) nel caso in cui l’atto dispositivo del debitore è anteriore al sorgere del credito, si richiede il dolo specifico: l’atto può essere dichiarato inefficace, in quanto si provi che esso è stato posto in essere dal futuro debitore proprio al fine di precostituirsi una situazione di insolvenza, in vista della successiva assunzione di un’obbligazione, intenzionalmente destinata a rimanere insoddisfatta;

(b) nel caso in cui l’atto dispositivo del debitore sia successivo al sorgere del credito, si ritiene sufficiente il dolo generico: basta che il debitore abbia effettiva conoscenza del pregiudizio che l’atto arreca al creditore.

Quando l’atto è posto in essere a titolo oneroso (dietro pagamento) è necessario anche un certo livello di coscienza  (c.d. elemento soggettivo) dell’operazione da parte del terzo acquirente dell’immobile, ed anche qui occorre distingue tra due ipotesi fondamentali:

(c) Nel caso di atto successivo al sorgere del credito: il terzo deve essere consapevole del pregiudizio che reca ai creditori dell’alienante:

(d) Nel caso di atto precedente al sorgere del credito: il terzo deve  essere partecipe della dolosa preordinazione del pregiudizio che si arreca.

La prova dell’eventus damni, del consilium fraudis e della  scientia damni e della partecipatio fraudis (termini latini per indicare i presupposti sopra descritti) deve essere fornita dal creditore che agisce per la revocatoria.

jusdemadmin

About jusdemadmin

  •  
  • Facebook
  • Google+

Leave a Comment

*