Novità & Aggiornamenti

11 dicembre 2017

La registrazione tardiva del contratto di locazione

Con la recente sentenza a Sezioni Unite, la Corte di Cassazione, nell’esercizio della sua funzione nomofilattica, ha fornito l’interpretazione dell’efficacia della tardiva registrazione del contratto di locazione.
In questo senso Cass. civ. Sez. Unite, 09/10/2017, n. 23601 secondo cui: “Il contratto di locazione di immobili, sia ad uso abitativo che ad uso diverso, contenente “ab origine” l’indicazione del canone realmente pattuito (e, dunque, in assenza di qualsivoglia fenomeno simulatorio), ove non registrato nei termini di legge, è nullo ai sensi dell’art. 1, comma 346, della l. n. 311 del 2004, ma, in caso di tardiva registrazione, da ritenersi consentita in base alle norme tributarie, può comunque produrre i suoi effetti con decorrenza “ex tunc”, atteso che il riconoscimento di una sanatoria “per adempimento” è coerente con l’introduzione nell’ordinamento di una nullità (funzionale) “per inadempimento” all’obbligo di registrazione“.
Se ti interessa questo articolo, leggi anche:
Il prezzo della locazione per studenti
Il vincolo del prezzo massimo di cessione e locazione negli immobili di edilizia residenziale convenzionata
http://jusdem.it/vincolo-del-prezzo-massimo-di-cessione-diritto-risarcimento/
jusdemadmin

About jusdemadmin

  •  
  • Facebook
  • Google+

Leave a Comment

*